Contattaci : +39 06 4817459 | info[@]fidapa.org
Fidapa SOCIAL MEDIA    Twitter    Linkedin

Mozione : Eliminazione stereotipi di genere

In data 23 settembre è stata presentata la presente mozione al fine di raggiungere traguardi significativi all'eliminazione degli stereotipi di genere



Alla Vice  Presidente del Senato                                           Valeria Fedeli

Alla Presidente della Camera                                                Laura Boldrini

Alla Ministra delle Pari Opportunità                                       Maria Elena Boschi

Alla Ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca                      Stefania Giannini

Alla Consigliera Nazionale di Parità                                        Francesca Bagni Cipriani

Al Committee on Equality and Non Discrimination Chair Person - Consiglio d’Europa - On. Elena Centemero

 

MOZIONE SULLA

ELIMINAZIONE DEGLI STEREOTIPI DI GENERE 

  • A seguito del Convegno del Distretto Nord Ovest “LA POTENZA DELL’IMMAGINE: DONNE, STEREOTIPI E TALENTI”, tenutosi a Savona il 10 settembres., organizzato dal Distretto Nord Ovest e dalla Sezione di Savona, che ha prodotto il Piano d’azione per il superamento degli stereotipi di genere

elaborato e sottoscritto da:

Fidapa Bpw Italy, in persona della Presidente Nazionale Pia Petrucci

Fidapa Bpw Italy Distretto Nord Ovest, in persona della Presidente Leda Mantovani

Fidapa Bpw Italy Sezione Di Savona, in persona della Presidente Raffaella Femia

finalizzato alla creazione di un network tra FIDAPA BPW ITALY  e Associazioni, Enti ed Istituzioni, per il perseguimento degli obiettivi in esso prefissati (che si allega in copia);

  • considerato che il tema trattato è risultato di primario  interesse  per tutta la Federazione FIDAPA BPW ITALY, viene formulata e presentata la seguente  mozione:

MOZIONE SULLA

ELIMINAZIONE DEGLI STEREOTIPI DI GENERE

 

OBIETTIVI 

In linea con gli inviti dei suggerimenti degli atti internazionali e della normativa europea, ad implementazione ed integrazione della legislazione statale, si formula istanza per la promozione e l’attuazione di politiche attive e di interventi finalizzati a:

  1. Promozione e raggiungimento della rappresentazione di un’immagine realistica e non stereotipata delle donne nei media e in TV e promozione di modelli di ruolo femminili e maschili positivi;
  2. Interventi di formazione degli operatori della comunicazione riguardanti l’uso di linguaggio e di immagini non sessiste;
  3. Interventi educativi nelle scuole e nei libri di testo, nei metodi di insegnamento, a partire dalle scuole per l’infanzia, anche contro il bullismo e i pregiudizi nei confronti delle persone LGBTI;
  4. Interventi educativi con formazione pedagogica attenta alle questioni di genere per gli insegnanti, affinché possano trasmettere chiaramente quali sono i benefici derivanti dalla parità e da una società variegata;
  5. Politiche per favorire l’entrata delle donne in settori tradizionalmente considerati “maschili”, nei posti decisionali e dirigenziali del settore pubblico e privato, compresi quello delle scienze STEM e delle nuove tecnologie dell’informazione e delle telecomunicazioni e del digitale (TIC) con interventi per l’istruzione delle bambine fin dall’infanzia;
  6. Interventi per l’istruzione in ambito artistico e del design, formale, informale e non formale, delle industrie creative e del settore culturale creando un collegamento tra le materie STEM e i settori economici mediante l’istruzione e le arti, trasformando le STEM in STEAM;
  7. Promozione della parità di genere nello sport, contro gli stereotipi e la violenza, per favorire l’uguaglianza tra i professionisti dello sport e per promuovere lo sport femminile e adozione della Carta Europea dei diritti delle donne nello sport;
  8. Promozione dei diritti umani e delle libertà fondamentali per tutte le persone con disabilità senza discriminazioni di alcun tipo sulla base della disabilità e del genere;
  9. Proposte per una legislazione in materia di sessismo e stereotipi di genere nell’istruzione (scuola e libri di testo), nel campo occupazionale, nel campo sociale e sanitario, nei mezzi di comunicazione (media e TV), nel campo digitale, nell’industria degli hobby e dei giocattoli;
  10. Proposte per il riequilibrio delle responsabilità tra uomini e donne nella sfera pubblica e privata “Work Life Balance” che concili la vita personale con quella professionale sia dei lavoratori che delle lavoratrici, fornendo accesso a servizi a costi contenuti e di qualità per la cura dell’infanzia e per l’assistenza ad anziani e ad altre persone a carico per assicurare lequa partecipazione degli uomini e delle donne al mercato del lavoro, allistruzione e alla formazione, all’insegna dell’affermazione delle pari opportunità;
  11. Accrescere la partecipazione e l’accesso delle donne all’espressione e ai processi decisionali all’interno e attraverso i media e le nuove tecnologie di comunica

Considerato che

  • dal Convegno FIDAPA BPW ITALY DISTRETTO NORD OVEST  E SEZIONE DI SAVONA del 10 settembre 2016 è emersa la necessità di un forte impegno per promuovere un nuovo corso nella narrazione della realtà delle donne, garantendo l’inserimento della parità di genere e dei diritti delle donne in tutti gli accordi di partenariato e in tutti i negoziati con i paesi terzi e che la normativa europea invita a sfruttare appieno il programma “Europa per i cittadini” per rivolgersi in modo specifico alle associazioni femminili e alle organizzazioni della società civile che operano in ambiti relativi alla digitalizzazione e alle TIC, allo scopo di migliorare le condizioni della partecipazione civica e democratica delle donne;
  • -il tema trattato  è risultato di primario  interesse  per tutta la Federazione FIDAPA BPW ITALY;

si formula espressa istanza affinchè

in merito alla comunicazioni, pubblicità e media

  • l’offerta radiotelevisiva si realizzi attraverso “trasmissioni in grado di valorizzare i diversi ruoli che le donne svolgono nella società”, e che dia corso ad un impiego più rispettoso dell’immagine femminile in TV;
  • la TV e i media si impegnino a restituire nei loro programmi una realtà femminile fatta di modelli positivi e di figure eccellenti di riferimento, che parlino di donne che si sono affermate e realizzate grazie allo studio e al lavoro;
  • che si elimino gli stereotipi di genere che impediscono di raccontare la vera realtà delle donne, il loro vero valore e potenziale.
  • che si facciano emergere i talenti delle donne , inserendole tra gli esperti che a vario titolo vengono chiamati a parlare nei dibattiti televisivi;
  • che si applichi un uso rispettoso dell’immagine femminile e del corpo delle donne;
  • che si crei una Authority di controllo a livello Nazionale.

in merito all’istruzione e formazione

sul presupposto della necessità di un “cambio di cultura”, ritenendo necessaria una battaglia culturale contro gli stereotipi che deve partire dai banchi di scuola, introdurre leducazione di genere nelle attività e nei materiali didattici delle scuole e delle università:

  • avviare un progetto di “Scuola contro gli stereotipi”;
  • inserire nei programmi scolastici i principi dell’educazione alla parità e della pedagogia di genere (della differenza e del rispetto);
  • intervenire sui testi scolastici, eliminando gli stereotipi di genere e prevedendo la “Storiografia di genere”: le grandi donne della storia, della scienza, delle arti;
  • promuovere il linguaggio di genere: veicolo di cultura che trasmette gli stereotipi e che nascondendo il femminile nasconde la differenza;
  • introdurre e favorire un impegno educativo a scuola, in famiglia e nella società, attraverso un’educazione improntata all’etica ed al rispetto della persona e dei diritti fondamentali.

in merito alla emancipazione in campo digitale

  • nell’ambito delle iniziative e strategie per attuazione delle prescrizioni dell’Agenda digitale europea, nei prossimi anni si preveda l’inclusione di politiche attive per incoraggiare le donne ad abbracciare carriere soprattutto in settori come quello delle scienze e delle nuove tecnologie, al fine di sfruttare appieno il capitale umano rappresentato dalle donne europee, in particolare nel campo della tecnologia dell’informazione e delle telecomunicazioni (TIC) e delle STEM; incentivare l’accesso alle donne nel campo digitale, anche per favorire una maggiore partecipazione alla vita democratica; creare un collegamento tra le materie STEM e i settori economici mediante l’istruzione e le arti, trasformando le STEM in STEAM; attuare il “Code of Best Practices for Women and ICT” (codice di buone pratiche per le donne e le TIC); accogliere con favore la creazione di una “Grande coalizione per l’occupazione nel digitale” a livello europeo ed esorta le aziende coinvolte a rivolgere particolare attenzione alla garanzia di pari opportunità di assunzione e di carriera per le donne nel settore delle TIC e dei nuovi media; proporre una legislazione in materia di sessismo e stereotipi di genere nell’istruzione e nei mezzi di comunicazione, coerente ed integrata nel contesto della rifusione della direttiva sulla parità di trattamento

in merito al settore familiare in conciliazione con la vita professionale e lavorativa

  • interventi mirati a ripristinare il Work Life Balance, considerando che il lavoro domestico, di cura e di assistenza ai bambini, agli anziani e ad altre persone a carico, non remunerato è svolto molto più spesso dalle donne, alle quali resta pertanto meno tempo a disposizione per intraprendere un’attività lavorativa retribuita, il che le porta a percepire una pensione considerevolmente più bassa, ragion per cui la conciliazione tra vita professionale e familiare (anche per contribuire al conseguimento degli obiettivi della strategia Europa 2020) dovrebbe essere sostenuta da provvedimenti concreti, prevedendo in particolare un maggiore coinvolgimento degli uomini.

Con ossequio

FIDAPA BPW ITALY, in persona della Presidente Nazionale Pia Petrucci                                                                                                                                   

 Documento PDF firmato e inviato alle parti coinvolte

Roma, 23 settembre 2016

FIDAPA BPW Italy

La FIDAPA BPW Italy (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari) è un’associazione composta, in Italia  da circa 11.000 Socie  ed appartiene  alla Federazione Internazionale IFBPW (International Federation of Business and Professional Women) 

Contattaci

info (@) fidapa.org
  +39 06 4817459
  +39 06 4817385
 Via Piemonte 32, 00187 Roma

Ultime Notizie

14
Apr2017

Pace e Serenità

A nome della Presidente Nazionale Pia Petrucci e di tutto il Comitato di Presidenza Nazionale, auguri di...

27
Mar2017

Save the date: La salute...

il 24 Aprile, in occasione della giornata nazionale della salute della donna, si terrà a Milano, presso...

07
Mar2017

lottosempreperinostridiritti

a cura del comitato FIDAPA BPW Italy ad hoc per la comunicazione La FIDAPA BPW Italy invita...

06
Mar2017

Side Event CSW61 - Is...

a cura di Bettina Giordani - referente nazionale comitato ad hoc per la comunicazione L'evento è al completo....

28
Feb2017

Creativity Camp: prorogata al 20...

a cura del comitato organizzatore FIDAPA BPW Italy Il Creativity Camp proroga la data della consegna dei...

24
Gen2017

Leadership al femminile e formazione...

a cura di Elisabetta Gregoric Componente Task Force Europea Life Long Learning   PREFAZIONE Dal 1 al 3 aprile 2016 si...

21
Gen2017

Solidarietà

21 gennaio 2017 Il comitato di Presidenza Nazionale è vicino a tutte le Amiche dei Distretti Centro e...

05
Gen2017

Pia Petrucci : Pronte ad...

a cura della Presidente Nazionale Pia Petrucci  Roma 5 Ottobre 2017  Carissime Presidenti, Carissime Socie,                          un sincero ed affettuoso...

05
Gen2017

Impegni Internazionali e strumenti contro...

a cura di Fiorella Ialongo  La BPW International è tra le pochissime realtà della società civile ad avere lo...

14
Dic2016

Auguri di Natale e Felice...

Carissime Socie, Amiche, il comitato di Presidenza Nazionale, augura a tutte e tutti, giorni di festa pieni di una...

05
Dic2016

Presentazione Vademecum Capire per...

a cura di Fiorella Ialongo - giornalista e adetta stampa sezione FIDAPA BPW Italy - Roma Campidoglio Roma...

30
Nov2016

Il concorso per lo sviluppo...

La FIDAPA BPW Italy lancia il concorso del Creativity Camp in tutta Italia . Hai un'idea imprenditoriale? Quali...

16
Nov2016

FIDAPA BPW Italy ricorda Tina...

Articolo di Carla Tagliaferri - Socia FIDAPA Ricordo di Tina Anselmi – di Carla Tagliaferri La ricordo sempre sorridente...

10
Nov2016

25 Novembre 2016 : La...

a cura di Bettina Giordani referente comitato ad hoc per la comunicazione opera di Viviana Deruto sezione FIDAPA...

11
Ott2016

SIAround 3^ edizione - 21...

a cura di Bettina Giordani - Referente Nazionale Comunicazione SIAround un modo diverso di guardare al futuro  La FIDAPA...

06
Ott2016

Working in English lancio del...

Siamo felici di dare seguito alla promessa di offrire sempre nuove opportunità alle nostre socie con servizi...

23
Set2016

News : Comunicazione sulle prossime...

  Carissime Presidenti, Care Socie, gentilissime simpatizzanti e sostenitori, con la presente vorrei sintetizzarvi il programma delle attività...

21
Set2016

Aggiornamenti interessanti

a cura di Bettina Giordani - Referente nazionale comitato ad hoc comunicazione Ci piace comunicare e questo a...

25
Ago2016

FIDAPA attiva il Portale Terremoto

FIDAPA BPW Italy Distretto Centro ha attivato un Portale Terremoto in occasione del sisma avvenuto nel centro Italia...

08
Ago2016

Consulta la sezione convenzioni

Sempre più spesso la forza della nostra Associazione ci consente di ottenere condizioni di maggior favore da...

«
»